Studio ETAS

ETAS – Epidemiologia e Trattamento Appropriato della Schizofrenia

ETAS è una ricerca a livello nazionale, promossa dal Centro Studi e Ricerca in Psichiatria e finanziata dal Ministero della Salute, che è inziato nel 2008 con l’obbiettivo di valutare il decorso e l’esito dei disturbi schizofrenici, compreso l’impatto del livello di appropriatezza dei trattamenti ricevuti, in particolar modo in quei pazienti identificati come nuovi casi in trattamento per la prima volta.

ETAS ha coinvolto 53 Centri di Salute Mentale (CSM) in Italia, selezionati a caso in ciascuna Regione in modo stratificato per tipologia dell’area di riferimento (metropolitana, urbana, rurale) ed area geografica (Nord, Centro, Sud), che sono rappresentativi della popolazione dei CSM in Italia.

Lo Studio ETAS ha consentito di:
  1. costruire una rete (network) di operatori della salute mentale presenti nei CSM partecipanti e di aprire l’indagine ai CSM volontari;
  2. raccogliere dati nazionali prima non disponibili e gettare le basi per studi nazionali che coinvolgano campioni rappresentativi di pazienti e di servizi;
  3. valutare il grado di equità raggiunto dal Sistema Sanitario Nazionale nel campo della salute mentale.
Dati Raccolti:
  1. Nuovi casi (incidenti) di psicosi (ICD 9: 293, 294, 295, 297, 298 e alcune categorie 290, 291, 292) identificati in modo retrospettivo dei nuovi contatti (utenti).
  2. L’utilizzo dei servizi con una raccolta dati di tutti i contatti avvenuti nell’arco di due settimane (a prescindere dalla diagnosi).
  3. Appropriatezza del trattamento ricevuto per un disturbo psicotico, in un campione di 40 pazienti scelti in modo casuale in ogni CSM.
  4. Dati sullo staff, attraverso strumenti autosomministrati e anonimi.
  5. Dati generali dei CSM (organizzativi, costi, personale, interazione con altri servizi).